Domenica 10 Luglio 2011 16:04
Valuta questo articolo
(0 voti)

Formula 1 - GP di Gran Bretagna: Alonso conquista la prima vittoria In primo piano

F1_Alonso_Fernando_Portrait_2011_FerrariFernando Alonso trionfa nel gran premio di Gran Bretagna, nona prova del calendario di Formula 1. Lo spagnolo centra la prima vittoria stagionale per una Ferrari apparsa in netto miglioramento sul circuito inglese, dove ha saputo fare meglio anche delle Red Bull. Il podio è completato da Vettel e Webber.

 

Al via, su pista ancora bagnata, il leader della classifica iridata brucia il suo compagno di squadra che scattava dalla pole. Alonso insidia Webber alla prima curva, ma poi deve accodarsi, mentre Massa perde la posizione su Button.

Hamilton e Schumacher sono autori di una grandissima partenza, in cui riescono a recuperare entrambi tre posizioni. L'inglese, poi, inizia una rimonta indiavolata passando Di Resta, Button e Massa, piazzandosi così in quarta posizione. Il tedesco, invece, arriva negli scarichi di Kobayashi, ma nel tentativo di sorpasso lo sperona. I commissari lo mettono sotto investigazione e gli danno 10 secondi di stop & go. Stessa sorte toccherà poco dopo anche al giapponese della Sauber perché in fase di ripartenza dopo il pit-stop era quasi venuto al contatto con Maldonado.

 

Dopo il primo pit-stop le posizioni restano invariate, ma Webber recupera su Vettel e Hamilton raggiunge e sorpassa Alonso che faticava a mandare in temperatura le coperture Pirelli. Lo spagnolo, però, dopo pochi giri inizia a far segnare dei tempi record, recupera la posizione sulla McLaren e si lancia all'inseguimento della Red Bull che, stavolta, non riescono a scavare il vuoto e, anzi, non riescono a girare sui tempi della Ferrari.

 

Si arriva così alla seconda serie di pit-stop e avviene un colpo di scena: Vettel e Alonso rientrano insieme, ma sulla Red Bull del campione del mondo c'è un problema con la gomma posteriore sinistra. Alonso riparte e conquista la testa della corsa, Vettel perde tempo e rientra dietro ad Hamilton che perde circa 1,5 - 2 secondi al giro dallo spagnolo della Ferrari, rallentando così, anche il tedesco, che non riesce a superarlo.

 

Alla Red Bull, vedendo che il loro pilota continua ad accumulare ritardo, decidono di anticipare l'ultima sosta. Vettel guadagna la posizione su Hamilton, ma paga questa strategia nel finale, quando in crisi con le gomme subisce la rimonta di Webber, che chiude a pochi decimi e tenta anche un sorpasso, prima che il muretto gli comunichi di mantenere la posizione.

 

In occasione dell'ultimo cambio gomme anche Button vede la sua gara rovinata dai box: la gomma anteriore destra non è stata fissata bene e l'inglese è costretto a parcheggiare la monoposto in uscita dalla pit-lane. La McLaren chiude un week-end infernale, proprio sulla pista di casa, con un Hamilton in crisi per il consumo dei carburanti. L'inglese è costretto a cambiare la mappatura del motore e, quindi, a girare su tempi altissimi, perdendo così la possibilità di salire sul podio. Anche Massa, proprio nel giro finale, tenta il sorpasso, ma stavolta Hamilton riesce a difendersi e a portare a casa il quarto posto.

 

Dietro al brasiliano della Ferrari, chiude Rosberg, che riesce a resistere agli attachi di Perez (7°), autore di un'ottima prestazione con la Sauber. La top ten è completata da Heidfeld, Schumacher ed Alguersuari.

 

La Ferrari torna dall'Inghilterra con la prima vittoria della stagione, vittoria ancora più importante visto che è stata ottenuta in terra inglese e su una pista che, sulla carta, sembrava davvero ostica per le Rosse. Il nuovo pacchetto aerodinamico si è dimostrato buono e ha permesso al team di Maranello di ritrovare la competitività che sembrava perduta.

D'altro canto, le controverse nuove norme regolamentari, come previsto, hanno provocato un ridimensionamento delle Red Bull che, oggi, sono apparse in difficoltà. Infatti, nonostante abbia piazzato due piloti a podio, il team anglo-austriaco non è riuscito, fatta eccezione per la prima parte di gara, a far segnare tempi paragonabili a quelli della Ferrari.

 

Per vedere come si evolverà la situazione tra le forze in campo, non resta che attendere i prossimi gran premi, sperando che la Fia si decida a fare chiarezza una volta per tutte sull'"affaire scarich" che sta avvelenando questo campionato.

Con un Vettel che, nonostante il secondo posto, consolida il suo primato portando a 80 i punti di vantaggio su Webber, il primo degli inseguitori, la Formula 1 dà l'appuntamento al gran premio di Germania, che si correrà sullo storico tracciato del Nurburgring il 24 luglio.

 

 

Altre Informazioni

  • Fonte Foto:

Articoli correlati

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Vai Su