Lunedì 15 Aprile 2013 11:24
Valuta questo articolo
(0 voti)

Motocross - GP Trentino - Cairoli domina il GP del Trentino

Cairoli1Tony Cairoli è il dominatore del GP del Trentino di Motocross vincendo con autorità entrambe le manche davanti ai ventitremila spettatori che nel weekend hanno affollato le tribune naturali dello spettacolare crossdromo Ciclamino, che proprio per l'occasione ha presentato la nuova veste in configurazione mondiale.

In cabina di regia il Moto Club Altogarda Offroad, che ha apportato importanti migliorie al circuito e alle strutture, riscuotendo consensi favorevoli dai vertici di Youthstream e dalla Federazione internazionale e nazionale. Spinto dal successo di questo evento, il sodalizio trentino spera così nell'organizzazione di un altro GP sin dal prossimo anno.

La gara di Arco è stata voluta e organizzata in collaborazione con Youthstream Events e Youthstream. L'attesa performance del sei volte iridato Cairoli è arrivata puntuale nel GP di casa dove ha corso due finali bellissime condotte interamente dal primo all'ultimo giro.

Anche altri i piloti che hanno portato a termine onorevolmente la prova italiana, come l'ex iridato David Philippaerts (Honda Gariboldi) che ha finito due volte quindicesimo, e una prima manche positiva anche per il bresciano Davide Guarneri (Ktm Marchetti Racing), costretto al ritiro nella successiva.

Primi punti in campionato per il bresciano Fabio Ferrari (Honda) e il torinese Stefano Dami (Yamaha).

In classe mondiale MX2 ancora una doppietta per l'olandese del Red Bull Ktm Factory Racing, Jeffrey Herlings, che grazie alla vittoria del GP del Trentino, porta a quattro le vittorie su quattro prove disputate, lasciando di nuovo al transalpino compagno di squadra Jordi Tixier il secondo posto assoluto, frutto di un secondo e un quarto posto di giornata.

Lo spagnolo Jose Butron (Ktm Silver Action) completa il podio di giornata in virtù di un sesto e un secondo posto nelle due frazioni. Il migliore degli italiani in questa classe è il viterbese Alessandro Lupino, portacolori del team CLS-Monster Energy Kawasaki), è caduto nella prima manche dove ha poi chiuso sedicesimo, migliorando nella ripresa dove ha finito la gara settimo e decimo di giornata, che gli permettono di guadagnare una posizione in campionato dove ora è undicesimo.

Sempre a punti anche il marchigiano Ivo Monticelli (TM Ricci Racing) che ha portato a termine le gare diciannovesimo e diciottesimo.

LA CRONACA DELLE GARE

GARA-1 MX1:
E’ il siciliano leader di campionato Tony Cairoli a spuntare per primo dalla curva dopo il via, lasciando subito al ruolo di inseguitori il britannico Tommy Searle (CLS-Monster Energy Kawasaki), il francese Gautier Paulin (Kawasaki Racing Team), il belga Clement Desalle (Rockstar Energy Suzuki World), l’estone Tanel Leok (Route 77 Energy Honda).

David Philippaerts (Honda Gariboldi) parte tredicesimo e dietro anche Davide Guarneri (Ktm Marchetti Racing), Pier Filippo Bertuzzo (Yamaha), Stefano Dami (Yamaha), Lorenzo Pedri (Honda), Fabio Ferrari (Honda), Alessio Della Mora (Kawasaki). Sempre davanti a tutti, acclamato dal numerosissimo pubblico, l’italiano sei volte iridato ha condotto impeccabilmente sino alla bandiera a scacchi che ha tagliato davanti a Paulin, Desalle, De Dycker, Searle, Strijbos, Van Horebeek, Boog, Simpson e l’ottimo Davide Guarneri che riesce a recuperare diverse posizioni.

Philippaerts è quindicesimo, Dami ventesimo e più dietro anche Dami, Ferrari, Pedri e Della Mora, Bertuzzo che chiudono nell’ordine.

GARA-2 MX1: E’ di nuovo Cairoli a realizzare lo spunto migliore alla prima curva dopo il via, a seguirlo il belga Ken De Dycker (Red Bull Ktm Factory Racing), il francese Xavier Boog (Ktm Ice1 Racing), il portoghese Rui Goncalves (Ktm Ice1 Racing), lo spagnolo Jonathan Barragan (Team STR Ktm), il tedesco Maximilian Nagl (Honda World Motocross). Più dietro il bresciano Davide Guarneri (Ktm Marchetti Racing) ritiratosi dopo cinque giri, e ancora Stefano Dami (Yamaha), Lorenzo Pedri (Honda), Pier Filippo Bertuzzo (Yamaha), Fabio Ferrari (Honda), Alessio Della Mora (Kawasaki).

Transita ultimo al primo giro David Philippaerts (Honda Gariboldi) vittima nella mischia delle prime fasi di gara. Ancora un assolo per il fuoriclasse italiano che dopo aver condotto in testa per tutta la durata della gara, taglia il traguardo accompagnato dall’ovazione del pubblico. Punteggio pieno, dunque, per Cairoli che si aggiudica così il Gran Premio del Trentino di Motocross incrementando il suo vantaggio in testa alla classifica di campionato.

Secondo in gara-2 il compagno di squadra De Dycker che anticipa Nagl. Paulin è quarto davanti rispettivamente a Striijbos, Searle, Boog, Desalle, Barragan e Van Horebeek. Tra gli altri italiani Philippaerts chiude quindicesimo e ventesimo Fabio Ferrari. Più dietro tutti gli altri.

GARA-1 MX2: L'holeshot al via della prima manche è del francese Jordi Tixier (Red Bull Ktm Factory Racing) seguito dallo spagnolo Jose Butron (Ktm Silver Action), dal francese Christophe Charlier (Monster Energy Yamaha), lo sloveno Tim Gajser (Ktm Marchetti Racing), il britannico Jake Nicholls (Wilvo Nestaan JM Racing Ktm). Ottavo parte il leader del campionato l'olandese Jeffrey Herlings (Red Bull Ktm Factory Racing).

Undicesimo il primo degli italiani con Stefano Bernardini (TM Team Motocross FMI), mentre Alex Lupino (CLS-Monster Energy Kawasaki) è partito ultimo per una caduta in partenza. Davanti a tutti il francese conduce fino al quindicesimo giro, quando Herlings riesce a superarlo per andare a conquistare un'altra bella vittoria di manche davanti a Tixier. Terzo posto per Charlier che anticipa Nicholls, Coldenhoff, Butron, Anstie, Ferrandis, Petrov e Pocock per i primi dieci. Bellissima la rimonta del laziale Lupino che riesce a concludere sedicesimo dopo aver superato la metà dei concorrenti.

GARA-2 MX2: Holeshot per lo spagnolo Jose Butron (Ktm Silver Action), seguito dall'australiano Dean Ferris (Monster Energy Yamaha), il britannico Jake Nicholls (Wilvo Nestaan JM Racing Ktm), i transalpini Maxime Desprey (Monster Energy Yamaha) e Jordi Tixier (Red Bull Ktm Factory Racing), quindi lo sloveno Tim Gajser (Ktm Marchetti Racing), il l'olandese capoclassifica Jeffrey Herlings (Red Bull Ktm Factory Racing).

Decimo transita al primo giro Alessandro Lupino (CLS-Monster Energy Kawasaki), sedicesimo Ivo Monticelli (TM Ricci Racing) e più dietro Giacomo Del Segato (Ktm Marchetti Racing), Andrea Cervellin (Suzuki), Samuele Bernardini (TM Team Motocross FMI). Al settimo giro, dopo una bella rimonta, passa al comando Herlings che va a vincere dopo quattordici giri al comando, vincendo il GP del Trentino e incrementando ancora la sua posizione di capoclassifica. Alle spalle del fuoriclasse olandese chiudono il podio di questa seconda manche Butron e Ferris. Nell'ordine dei top ten Tixier, Charlier, Coldenhoff, Lupino, Ferrandis, Anstie, Seewer. Diciottesimo Monticelli e dietro tutti gli altri italiani che hanno comunque dato il massimo per il pubblico di casa.

EMX125: Dopo la vittoria della vigilia sul crossdromo Ciclamino, il lettone Pauls Jonass (Wilvo Nestaan JM Racing Ktm) ha replicato affermandosi di nuovo nella seconda manche, aggiudicandosi così questa prima prova del campionato europeo della classe 125 che lo vede al comando in graduatoria provvisoria di campionato EMX125. Di nuovo secondo lo svedese Anton Lundgren (Ktm), quindi l'olandese Frederik Van Der Vlist (Kemea-Reytec-v/d Laar Yamaha Team) e il connazionale Calvin Vlaanderen (Ktm Bodo Schmidt Motorsport).

Ottava posizione per il toscano Riccardo Righi (Ktm Steels Dr Jack), undicesimo Lorenzo Ravera (Ktm P.L. Racing), e più giù Giuseppe Tropepe (Ktm), Emanuele Facchetti (Ktm), Thomas Marini (Suzuki Castellari Racing), Davide Cislaghi (TM), Michele Baraiolo (Suzuki), Edoardo Bersanelli (Yamaha), Leonardo Frosali (Yamaha JK Racing), Joakin Furbetta (Ktm Milani), Tommaso Isdraele Romano (Ktm Team Solarys).

Altre Informazioni

  • Fonte Foto: YouthStream

Galleria immagini

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Vai Su