Domenica 02 Giugno 2013 10:12
Valuta questo articolo
(1 vote)

Moto2 - GP Italia - Al Mugello Redding vince in solitaria, bene Corsi, male Pasini

Scott_Redding_Le_MansDopo le emozioni della Moto3, è giunto il momento di dare pista alle moto di Moto2.

Vi siete persi le emozioni di Moto3? Nessun problema: http://www.realmotor.it/motomondiale/moto-3/item/4999-moto3-gp-italia-al-mugello-trionfa-salom-delusione-fenati-cuore-antonelli

La vittoria è andata a Scott Redding che ha battuto Nico Terol e Johann Zarco. Molto bene Simone Corsi 7° e Alex De Angelis 8°. La nota stora della giornata è però suonata da Mattia Pasini che ha subito una penalità e ha chiuso in 25° posizione.

La pole ieri è andata a Scott Redding con Takaaki Nakagami e Marcel Schrotter a chiudere la prima fila.

VIA!!! Nakagami è un missile e gira per primo alla San Donato, con Redding infilato in seconda posizione con Terol pronto a passarlo.

Un incidente alla San Donato ci fa salutare il tandem, made in Indonesia, Doni Tata Pradita e Rafid Topan Sucipto.

Da segnalare la grande partenza di Mika Kallio che ha superato 7 piloti al primo giro.

I PILOTI DI CASA NOSTRA: Gli italiani se la cavano abbastanza bene, con Corsi e il Sanmarinese De Angelis in 8° e 9° posizione. Peccato per Pasini, che si vede infliggere una penalità per partenza anticipata. Penalità anche per Luigi Rossi, pilota francese.

Intanto Redding torna in testa superando Nakagami. Rispetto alla gara precedente di Moto3, qui c'è un distacco lievemente più ampio tra i primi del gruppo, ma ciò non toglie nulla allo spettacolo.

Prova di ciò ne è il sorpasso di Terol su Nakagami e il rimontone di Simone Corsi che ora è 5°.

Il pilota nipponico continua a commettere errori e ora viene passato anche da Zarco. Alla fiera dell'errore si unisce anche Esteve Rabat.

Male uno dei favoriti alla vittoria come Espargarò che non riesce a venire fuori dalla 10° posizione.

Rischio per Nico Terol che prende un'imbarcata e per poco non veniva sbalzato dalla moto.

Corsi, forse per un problema alle gomme passa in 8° posizione, mentre De Angelis si instaura al 6° posto.

CIAO BIMBI: Nakagami in ingresso di curva, l'anteriore decide che è giunto il momento di andare in pensione e se ne va portandosi dietro la moto di Takaaki e lo stesso pilota giapponese. Peccato perchè, nonostante qualche sbavatura, il ragazzo se la cavava bene. Stessa sorte per Steven Odendaal, al quale però ha detto "Ciao" il posteriore.

Davanti Terol, Redding e Zarco fanno l'andatura, con diversi avvisi, specie per Nico (Terol), di divieto di fumare in pista. Ormai non si contano più le derapate dello spagnolo.

Bisogna fare un attimo dei calcoli e mantenere le gomme per la fine: Terol deve aver fatto questo ragionamento e ha fatto passare Scott Redding, il quale ha allungato subito.

BOTTE PAZZESCHE: Simeon, Kallio, Torre, Corsi e De Angelis, con Aspargarò e Luthi intanto litigano per la 4° posizione. E non vi sono esclusioni di colpi, ogni pilota tenta di entrare anche dove non c'è spazio. Ciò, in teoria poteva non essere un problema, se si fosse stati a inizio gara, ma siamo a 5 giri dal termine e il piazzamento finale inciderà pesantemente sulla classifica di ogni pilota coinvolto.

Anche Axel Pons è costretto al ritiro. Ma l'incidentone vero avviene alla San Donato, con il contatto Alex De Angelis-Xavier Simeon, con il pilota belga avere la peggio. La dinamica è semplice: la moto di De Angelis ha toccato il manubrio della moto di Simeon e inevitabilmente il ragazzone di Bruxelles ha dovuto salutare la compagnia.

IL RITORNO DEL DISPERSO: Pol Espargarò risorge dalle retrovie e si inchioda al 4° posto mentre Scott Redding mette 2 secondi tra se e Terol e dice:"Io vado a vincere voi fate quello che volete!".

Corsi si è ripreso dal calo nella fase centrale e ora è vicino a Kallio in 6° posizione, pronto a saltare davanti al finlandese e a posizionarsi in 5° piazza.

Vince Redding, davanti a Terol, Zarco, Espargarò, Kallio, Torres e il nostro Corsi. Bene anche De Angelis che chiude 8°. Malissimo Pasini che chiude in 25° posizione.

 

Classifica della gara della Moto2 del Gp d'Italia, quinta prova del Motomondiale: 1. Scott Redding (Gbr-Kalex) 39:53.942 2. Nicolas Terol (Spa-Suter) 39:56.117 3. Johann Zarco (Fra-Suter) 39:58.329 4. Pol Espargaro (Spa-Pons Kalex) 40:03.729 5. Mika Kallio (Fin-Kalex) 40:03.793 6. Jordi Torres (Spa-Suter) 40:04.586 7. Simone Corsi (Ita-Speed up) 40:04.660 8. Alex de Angelis (Rsm-Speed up) 40:04.786 9. Thomas Luethi (Svi-Suter) 40:04.842 10. Dominique Aegerter (Svi-Suter) 40:06.108 11. Toni Elias (Spa-Kalex) 40:06.115 12. Marcel Schroetter (Ger-Kalex) 40:09.813 13. Esteve Rabat (Spain-Pons Kalex) 40:21.861 14. Sandro Cortese (Ger-Kalex) 40:22.630 15. Randy Krummenacher (Svi-Suter) 40:22.915 Classifica mondiale piloti: 1. Scott Redding (Gbr/Kalex) 101 punti 2. Nicolas Terol (Spa/Suter) 58 3. Mika Kallio (Fin/Kalex) 58 4. Esteve Rabat (Spa/Kalex) 55 5. Pol Espargaro (Spa/Kalex) 54 9. Alex de Angelis (Rsm/Speed Up) 30.

Altre Informazioni

  • Fonte Foto: Kalex racing

Articoli correlati

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Vai Su