Mercoledì 23 Febbraio 2011 14:56
Valuta questo articolo
(0 voti)

Superbike - Mondiale 2011: La presentazione In primo piano

Max_Biaggi_fonte_Cristina_BotteriRullo di tamburi, rombo di motori, “It’s the final countdown”. Già, perché al via della nuova avventura del Mondiale Superbike manca ormai davvero pochissimo.

 

RIVOLUZIONI E CONFERME - La squadra di Noale conferma Max Biaggi, campione da battere, ed anche Leon Camier ma la vera rivoluzione è : “Ducati? No sbk no party”. Il vero colpo di scena infatti, è stato senz’altro l’annuncio del ritiro dal Campionato delle derivate di serie della bicilindrica di Borgo Panigale. Nessun team ufficiale quest’anno, a tenere alto il vessillo ci penseranno invece tre, ben equipaggiati, team privati: Althea Racing che con Carlos Checa alla guida della Ducati 1198 si è distinto fin dai primi test, Supersonic che al posto di Luca Scassa passato alla Supersport farà affidamento sul pilota rivelazione Maxime Berger ed Effenbert-Liberty Racing che per un esordio col botto ha deciso di puntare su Jakub Smrz e Sylvan Guintoli. Ritorno in Suzuki invece per il romano ex pilota ufficiale Xerox, Michel Fabrizio, che con lo stesso team Alstare aveva vinto nel 2003 il titolo nella Coppa del Mondo Superstock1000 mentre l’altro ex-ducatista e vice campione del mondo 2009, Noriyuki Haga, correrà in sella all’Aprilia del team DFX-Borciani, nato dalla fusione tra il team Pata B&G con il team DFX. Grande protagonista della scorsa stagione, Leon Haslam passa alla casa tedesca BMW, che lo schiererà al fianco di Troy Corser. Quest’anno tuttavia vi sarà un’ulteriore novità, ovvero, il team BMW Italia con il quale correranno James Toseland e Ayrton Badovini, stra vincitore della categoria Superstock1000 nella scorsa stagione. Con il passaggio alla MotoGp dell’inglese Cal Crutchlow, Yamaha Sterilgarda si affiderà alla coppia formata dall’italiano Marco Melandri e dal vice campione mondiale della Supersport, Eugene Laverty. Per la stagione 2011 si registra inoltre lo storico ritorno di Castrol, che appoggerà la scuderia ufficiale della Honda, Ten Kate. In sella alle Honda CBR1000RR Fireblade, Jonathan Rea e Ruben Xaus. Mentre il team Pedercini decide di puntare su Roberto Rolfo e Mark Aitchison, in sella alle Kawasaki ZX-10 R del Kawasaki Racing Team correranno anche Joan Lascorz e Tom Sykes. A sostituire Chris Vermeulen, ancora non al top della forma dopo l’infortunio al ginocchio, nella prima gara del mondiale superbike sarà invece Akira Yanagawa.

 

IL CALENDARIO - La stagione Superbike 2011 si disputerà sempre su tredici round e prenderà avvio questo week-end come di consueto, sullo spettacolare circuito di Phillip Island, Australia, per poi volare il 27 Marzo – grande ritorno dopo un anno di assenza – sullo storico circuito di Donington Park, dove la storia del mondiale Superbike ebbe inizio nel 1988. A seguire, due tappe europee: Assen - 17 Aprile - uno degli appuntamenti più difficili del campionato e Monza (8 maggio). Dall’ “Università delle due ruote” a quello che viene definito il “Tempio della Velocità”, per poi trasferirsi oltreoceano ed affrontare il round americano sul circuito di Miller Park, negli USA (30 maggio). A giugno, dopo la classica di Misano (il 12), una novità assoluta per il mondiale delle derivate di serie che si troverà a correre per la prima volta sul tecnico circuito spagnolo di Aragon (il 19). Prima del meritato stop estivo, l’appuntamento della Repubblica Ceca (Brno, 10 luglio) e la tappa british di Silvertone. Si riparte, il 4 settembre, dal Nurburgring (Germania) per poi affrontare l’attesissima manche italiana, l’ultima delle tre, quella di Imola (25 settembre). Se nella scorsa stagione il mondiale si era chiuso in Francia, Magny Cours sarà questa volta il penultimo round (2 ottobre), per terminare invece sul circuito di Portimao, in Portogallo, il 16 ottobre.

 

Non sarà facile per Max Biaggi difendere il titolo conquistato lo scorso anno; nonostante infatti la RSV4 si dimostri sempre competitiva, la velocissima Ducati ma anche Honda, Suzuki e Kawasaki hanno dimostrato di essere già pronte a dare battaglia.

 


Altre Informazioni

  • Fonte Foto: Cristina Botteri/RealMotor

Articoli correlati

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Vai Su