Domenica 15 Giugno 2014 13:12
Valuta questo articolo
(0 voti)

MotoGp - Catalogna: Marquez mette la settima, Rossi e Pedrosa sul podio in una garona

Marquez_Pole_Mugello_Pavan

42 minuti, 56 secondi, 914 millesimi. Tanto è durata oggi la gara della MotoGp, ma è stata un tempo lungo un unico intenso brivido per gli appassionati che sono tornati a trattenere il respiro come ai bei tempi. Nel loro Gran Premio di casa gli spagnoli, come da pronostico, hanno recitato la parte del leone, con il leader del Mondiale Marc Marquez che ha centrato la settima vittoria su sette gare. Anche quando non parte dalla pole, il precoce campione del mondo, sempre più leader anche in questo Mondiale, vince. Ma non annoia, anche se a qualcuno a volte piace pensarlo, perché gli avversari ci sono. Non riescono ancora a batterlo e chissà se ci riusciranno in questa ancora lunga stagione, ma almeno al Mugello e oggi sono riusciti a farlo divertire e sudare.

 

Proprio a Barcellona, Valentino Rossi è tornato a disputare una garona. Dal quinto posto della casella di partenza, il pluricampione di Tavullia, 35 primavere sulle spalle, ha rispolverato la grinta e la fiducia nel mezzo dei tempi migliori. E’ partito bene, molto meglio di quanto faceva quando era lui l’uomo da battere, si è portato davanti a Marquez, alle spalle di Pedrosa e Lorenzo. Poi li ha passati entrambi e si è messo a dettare un’andatura non troppo sostenuta. Ne è nato un trenino di piloti, con gli spagnoli in prima linea, all’inseguimento del Dottore. Mentre il cielo del Montmelò sembrava minacciare pioggia e un conseguente cambio moto che non sarebbe mai avvenuto, il gruppo si scremava selezionando il terzetto che si sarebbe giocato il Gran Premio. Tra i 3 padroni di casa era Lorenzo (Yamaha) quello destinato ad accontentarsi della medaglia di legno, il quarto posto.

 

Rossi non riusciva a scappare, Marquez recuperava da alcuni errori dovuti alla guida al limite, dimostrando una volta di più tutto il suo talento e quanto abbia davvero una reattività e una vitalità fuori dal comune. Pedrosa, combattivo come nelle giornate migliori, teneva botta e non cedeva neppure un centimetro.

 

Così si andava verso una agguerritissima battaglia a tre, destinata a concludersi soltanto sotto alla bandiera a scacchi. Marquez attaccava Rossi, Pedrosa faceva lo stesso. Il Dottore non riusciva a reagire e subiva il doppio sorpasso. A quel punto nasceva un ultimo duello tutto spagnolo. Pedrosa dava tutto, osava più del solito per cercare di vincere in casa, fermando la striscia vincente del suo compagno di box che è ormai la vera star della squadra. Nel tentativo disperato il numero 26 finiva largo, fuori traiettoria. Si infilava Rossi, pronto a consolarsi con un secondo posto e qualche rimpianto...

 

Perchè, dopo 7 gare, la domanda di fondo resta. Riuscirà qualcuno a battere Marquez e a fermare la sua striscia vincente o quello che chiamavamo 'El Cabroncito' è davvero destinato a un leggendario en-plein? Tra due settimane ad Assen saranno 8 vittorie consecutive? Il Dottore, esaltato dalla performance odierna e rinfrancato dalla vittoria olandese dello scorso anno, l’ultima del suo glorioso palmares, si candida per il gradino più alto del podio dell’Università delle 2 Ruote. Resterà un sogno o può diventare realtà? La prima risposta sabato 28 giugno.

 

 

L'ordine d'arrivo del Gran Premio di Catalogna classe MotoGp:

1º MÁRQUEZ (Repsol Honda) 42:56.914

2º ROSSI (Yamaha F. Racing) a 0.512

3º PEDROSA (Repsol Honda) a 1.834

4º LORENZO (Yamaha F. Racing) a 4.540

5º BRADL (LCR Honda) a 11.148

6º A. ESPARGARÓ (NGM Mobile Forward Racing) a 14.213

7º ESPARGARÓ (Monster Yamaha Tech3) a 16.127

8º DOVIZIOSO (Ducati Team) a 16.175

9º IANNONE (Pramac Honda) a 18.040

10º SMITH (Monster Yamaha Tech3) a 24.781

11º HERNÁNDEZ (Pramac Honda) a 37.153

12º REDDING (Go & Fun Honda Gresini) a 42.921

13º HAYDEN (Drive M7 Aspar) a 43.299

14º PIRRO (Ducati Team) a 55.157

15º AOYAMA (Drive M7 Aspar) a 59.191

16º PARKES (Paul Bird Motorsport) a 1:00.906

17º LAVERTY (Paul Bird Motorsport) a 1:01.284

18º EDWARDS (NGM Mobile Forward Racing) a 1:06.121

19º BARBERÁ (Avintia Racing) a 1:25.195

 

segue servizio completo

Altre Informazioni

  • Fonte Foto: Honda Pro Images

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Vai Su